IMMERSIONI A NOSY BE

Unendo le nostre personali esperienze in molti mari del mondo, abbagliati sin dalla prima vista di ciò che solo qui abbiamo incontrato, possiamo tranquillamente sostenere che le immersioni a Nosy Be sono il “riassunto” più completo di vita marina oggi a nostra disposizione.

Molti sono i siti d’immersione, vi aspettano pareti a strapiombo, plateau corallini, relitti, gobbe… potremmo stare ore ad elencare le caratteristiche di tutti i punti d’immersione, gli incontri che in essi si possono fare, la varietà di specie di pelagico e macro che vi abitano, ma solo i vostri occhi potranno dare far vivere le nostre parole.

Durante il corso degli anni, il Manta Diving ha potuto registrare oltre circa un centinaio di siti d’immersione presenti sulla Grande Piattaforma Continentale del Madagascar, dipartiti tra immersioni in costa, relitti, a largo, muck dive, notturne, parco marino, Canale del Mozambico e Banco del Gran Castoro.

Molti siti d’immersione sono già mappati, molti altri sono ancora da scoprire…
perché non farlo insieme per la prima volta esplorando zone in cui nessuno mai ha messo pinna?

Manta Diving Nosy Be - Immersioni - Parco marino Nosy Tanikely
Manta Diving NosyBe - Immersioni in costa
Manta Diving NosyBe - Relitti
Manta Diving Nosy Be - Immersioni a largo
Manta Diving Nosy Be - Muck Dive
Manta Diving Nosy Be - Iranja
Manta Diving Nosy Be - Night Dive
Manta Diving Nosy Be - Esplorative
Manta Diving Nosy Be - Banco del Gran Castoro
Manta Diving Nosy Be - Tutti a bordo!

Si parte normalmente alle ore 8:00 del mattino direttamente dalla spiaggia del vostro hotel, dove le barche vi accoglieranno con la vostra preziosa attrezzatura già a bordo e pronta all’uso per i due tuffi che si fanno nell’arco della mattinata.

Raggiungeremo il punto d’immersione che sceglieremo la mattina stessa in base all’esperienza dei subacquei, delle tavole di marea, dei passaggi, condizioni meteo marine e altri piccoli segreti del mestiere.

Svolto il primo tuffo ci attende almeno un’ora d’intervallo di superficie che sfrutteremo per argomentare sull’avventura appena svolta (le vostre impressioni sono per noi un tesoro), trattare argomenti di biologia marina per sensibilizzare i nostri ospiti o andare alla ricerca di creature marine che il mare ci offre durante il tragitto per il secondo tuffo.

Spesso preferiamo attendere qualche minuto in più prima di rituffarci poiché diverse immersioni a Nosy Be sono quadre ed alcuni computer, specie quelli più moderni, risultano essere abbastanza conservativi.

Le imbarcazioni del Manta Diving sono tutte munite di tendalino che tornerà sicuramente utile nei mesi più caldi dell’anno, potrete quindi scegliere se prendere un po’ di tintarella o ripararvi all’ombra.

Un piccolo buffet di frutta, dolcetti tipici locali al gusto di cocco, acqua fresca e the speziato sono sempre a vostra disposizione.

Sull’imbarcazione più grande, oltre al tendalino, potrete usufruire di una doccetta per poter togliere il sale dalla faccia o sciacquare le vostre apparecchiature con acqua dolce.

Manta Diving Nosy Be - Immersioni

Fatto il secondo tuffo il rientro sarà intorno alle 13:00/ 13:30… salvo avvistamenti particolari di grandi migratori, cetacei e filtratori.

Questo orario vi permetterà di avere il pomeriggio a disposizione per visitare l’isola di Nosy Be o anche solo per godervi un meritato riposo.

In caso di uscita per l’intera giornata, il rientro è previsto intorno alle 16:30/17:00.

Per motivi legati alla sicurezza in mare, preferiamo rientrare sempre prima che cali il Sole e si faccia fatica ad individuare tratti di barriera corallina a volte affioranti.

Per le immersioni notturne la partenza è legata all’ora del tramonto; sarà possibile prendervi fronte al vostro hotel qualora la marea e la luce ce lo permettano, in caso contrario una navetta vi condurrà al Manta Diving dove la baia in cui è sito gode di una grande pass con fondale privo di rocce.

  • La partenza per le mezza giornata e per i full day è tra le 8:00 e le 8:30 del mattino a secondo del vostro hotel di residenza.
  • Il rientro è invece alle ore 13:00/ 13:30 circa per le mezze giornate ed alle 16:30 per i full day.
  • Gli orari di rientro potranno subire dei cambiamenti in base alle varie creature che si potrebbero incontrare durante la navigazione, delle condizioni meteo marine, quasi sempre ottimali, e dalla distanza del sito d’immersione.
  • Si svolgono due immersioni nell’arco della mattinata.
  • Nella mezza giornata è incluso nel prezzo il trasporto in barca, bombole, cintura di zavorra e piombi, Ossigeno di sicurezza, kit di primo soccorso, entrate ai parchi, acqua fresca, frutta, dolci e thè.
  • Per le uscite d’intera giornata combinate con le escursioni è incluso nel prezzo il trasporto in barca, bombole, cintura di zavorra e piombi, Ossigeno di sicurezza, kit di primo soccorso, acqua fresca, frutta, dolci e thè caldo, pranzo comprensivo di bevande.

FONDALI

I fondali di Nosy Be offrono una miriade di divertimenti per ogni tipo di subacqueo, dai neofiti che necessitano di basso fondale, al sub più esperto amante delle immersioni più adrenaliniche, ai fotografi imbarazzati nella scelta dell’obbiettivo o video operatori che adorano scattare foto o riprendere strane creature e ambienti suggestivi.

Siamo...

Siamo certi che anche il sub più pretenzioso lascerà quest’isola con il sorriso sulla bocca, gli occhi scintillanti e con un pezzettino di cuore in meno.

Siamo in “Madagascar”, terra dalle mille sorprese e magia!

Di norma le prime due immersioni, considerate da noi di ambientamento, si svolgono al Parco Marino di Nosy Tanikely dove troviamo il riassunto di tutto ciò che si può vedere, incontrare e fotografare in mare aperto; quest’area è anche l’ideale per coloro che sono un po’ arrugginiti e vogliono riprendere l’attività diving dopo qualche anno di stop.

In base alla necessità del caso, questi primi due tuffi verranno comunque svolti in una zona dove possiamo essere al riparo da eventuali correnti e garantire una discesa graduale. Esse serviranno per farci capire le vostre esigenze in acqua, la vostra preparazione ed effettuare una corretta pesata.

A proposito di peso: l’acqua a queste latitudini non gode di una grande salinità, grazie a questo eviteremo di scendere super zavorrati evitando fatiche inutili e risparmiando aria per un’immersione più lunga.

Solitamente, un sub di media esperienza riesce a scendere inizialmente con circa 4kg e nella maggior parte dei casi, durante la settimana blu, un chiletto si potrà ancora togliere.

Le altre immersioni a Nosy Be, si svolgono invece in mare aperto, mantenendo gli standard di sicurezza sia a bordo che in acqua ad alti livelli.

Per evitare di deturpare la barriera corallina e per garantire una costante sorveglianza, i nostri comandanti, definiti da alcuni ospiti, “i nostri angeli custodi”, non ancoreranno se non in una specifica zona del Parco Marino di Nosy Tankely, ma seguiranno invece costantemente le nostre bolle per una pronta assistenza sia durante che al fine dell’immersione.

Entrati in acqua dalla zona poppiera delle nostre tre imbarcazioni, due sono i metodi di discesa, o tramite cima di riferimento precedentemente calata, o in libera volando nell’affascinate blu dell’Oceano fino a che ad un certo punto eccole apparire: pareti ornate di gorgonie, a frangente, verticali, con o senza pinnacoli che fanno da contorno.

Molti sono i pianori che si possono trovare e che offrono dei coral garden intatti e pullulanti di vita.

Delle gobbe dal fondale misto danno vita ad infinite distese di gorgonie Melithea e zone d’acqua chiara all’orizzonte, ci fanno individuare delle secche in mezzo al mare, ma una volta lasciati i loro top, delle piccole pareti ospitano abitanti di ogni genere e dimensione.

Sono presenti due relitti adagiati su fondale sabbioso e specialmente uno viene avvolto da nubi di pesci coloratissimi che sfrecciano veloci tra le nostre pinne e ci rendono spettatori delle loro performance scenografiche.

In funzione delle condizioni meteo marine avremo la possibilità di esplorare un sito d’immersione più tosto che un altro e i tempi di navigazione vanno dai 20 ai 60 minuti fino ad 1h e 45’ per le immersioni a Nosy Iranja.

Diversi punti sono adatti anche ai primi livelli, ma pur essendo la terza barriera corallina più grande al mondo, il reef non è affiorante, per questo fattore, al fine di garantire il massimo del divertimento, consigliamo di avere un minimo di esperienza ed essere in possesso di un brevetto Advanced, se non ne sei munito, con noi potrebbe essere una buona occasione per approfittare e passare al prossimo step nella tua carriera subacquea.

Nelle zone costiere troviamo un fondale sedimentoso formatosi grazie alla vicinanza di mangrovieti e piccoli estuari esistenti lungo il litorale di Nosy Be.

Grazie al grande nutrimento che esiste in questa fascia, non possiamo dire che la visibilità sia delle migliori come invece spostandoci più a largo.

Tuttavia sono presenti dei dive spots meravigliosi, alcuni tra i più belli come ad esempio il relitto Mitsio in direzione Sud, altri invece per una Muck Dive eccezionale.

Seguendo l’occhio attento della guida e il suo fiuto, rimarrete sbalorditi per la ricchezza della micro vita pronta a far scattare a qualsiasi fotografo la frenesia del clic.

Verso il largo cominciamo ad avere una visibilità migliore che dipenderà sia dalla distanza percorsa sia dalla fase di marea sia dalle fasi lunari che influenzano le acque e la scelta delle immersioni in questo angolo di Oceano.

Verso NW troviamo la maggior parte delle immersioni di Nosy Be, il fondale ospita nudibranchi, murene leopardo, pesce bentonico e carangidi in caccia.

Capita di ammirare grandi trigoni e qualche squaletto di barriera.

Sostando più a largo iniziano le pareti, possiamo decidere di raggiungere i ricchi plateau corallini perfettamente intatti e tutta la loro biodiversità lasciando che il pelagico scorra di fronte ai nostri occhi increduli sulle cigliate dei drop-off intorno i 20/23 mt, oppure, scendere in libera e volare tra nuvole di fucilieri e pesci unicorno, raggiungere i drop-off e spingerci più in profondità esplorando grandi pinnacoli, passaggi in piccoli tunnel o tra giganti archi formati dalle gorgonie Anella.

In queste zone, in situazione di marea Montante si possono fare incontri con i grandi predatori di Nosy quali squali grigi, tonni dente di cane, barracuda e con un pizzico di fortuna pesci vela mentre tra la fine di Novembre e inizio Dicembre, si potrebbero fare addirittura rari incontri con gli squali martello Mokarran.

Nel sito sono descritte alcune delle immersioni da noi svolte.

”CHIUDI”

FASI LUNARI

Le immersioni a Nosy Be sono influenzate dalle fasi lunari e grazie ai differenti movimenti d’acqua che si creano con l’alta e la bassa marea abbiamo la possibilità di esplorare i siti d’immersione con differenti prospettive.

Alcuni...

Alcuni sono effettuabili in marea montante altri in marea discendente, altri ancora invece in entrambi i casi. Nei giorni di Luna piena o nera vedremo anche i maggiori dislivelli tra le due maree compresi tra i 0mt e i 4,5mt.

Ciò significa che un’immersione in bassa marea con un pianoro a 5 mt in alta si troverà a circa 9,5 mt.

Ci possiamo rendere conto di questo fenomeno scrutando l’acqua in superfice oppure guardando semplicemente la spiaggia che in alcuni casi si ritira anche di 300/400 mt.

In situazione di Luna calante o crescente le differenze si riducono notevolmente avendo differenze di appena 70 cm.

Questo fenomeno influenza anche l’attività dei pesci che potrete controllare anche attraverso un utile App chiamata Fishing Points scaricabile da Google Play sia per il vostro smartphone con sistema operativo Android o iOS.

”CHIUDI”

CORRENTI

La presenza di pesce e la visibilità nei siti d’immersione è molto influenzata dalle maree che creano le rispettive correnti, montante o discendente.

Esse...

Esse cambiano ogni 6 ore e determineranno la presenza di una maggiore o minore quantità di pesce pelagico.

Diversamente i nudibranchi e tutto il resto della vita bentonica sembra non esserne condizionata.

Per conoscere in quale giorno e in quale ora ci sarà l’una o l’altra corrente ci basiamo su delle tavole di marea facilmente recuperabili tramite il programma Marées dans le Monde che una volta installato sul vostro PC, lo potrete utilizzare anche per controllare la situazione che troverete nella vostra prossima meta di viaggio.

Queste tavole sono abbastanza fedeli, tuttavia visto che la natura non si basa di certo su calcoli matematici, può capitare di prendere un granchio ed affidarci al naso.

Come in tutto il mondo esistono le stanche di marea, ma i cambiamenti sono molto veloci, specie a largo e può capitare durante un immersione i dover tornare verso il punto di entrata poiché la corrente cambia durante l’esplorazione.

Se non hai mai fatto immersioni in corrente e vuoi saperne di più, con noi avrai la possibilità di accedere ad un corso PADI di specialità, il Drif Diving, un corso semplice e rapido sia in termini di tempo che di apprendimento ed accessibile sin dal primo livello subacqueo (Open Water Diver)

Ma vediamo quanti tipi ci sono nell’arcipelago di Nosy Be:

• Montante: quando sale la marea e spinge da WNW ad ESE, da N a S e da W a E a seconda di dove ci troviamo. Essa ci darà la possibilità di vedere più pesce predatore e pelagico in generale, non mancherà quindi un tuffo sulla parete del Gran Banco. A volte capita, dipendentemente da come entra nel canale e da come si modifica conformazione del fondale marino sabbioso, che non rispetti le direzioni abitudinarie. Questo può accadere anche per la corrente opposta.

• Discendente: quando cala la marea ed è praticamente l’esatto opposto della Montante. Il pesce che vedremo sarà prevalentemente bentonico e pelagico di piccola taglia come ad esempio sweet lips, lutianidi e fucilieri.

• Discensionale: si crea soprattutto durante la stanca di marea e solo nei siti d’immersione a largo in parete. Questa situazione si presenta a causa del repentino cambio di marea in mare aperto nei giorni in cui gli astri fanno registrare i coefficienti più alti. Qui ci divertiremo a fare climbing.

• Multidirezionale: esiste solo in alcuni siti, dove le conformazioni coralline creano una rientranza sulle pareti creando una sorta di anfiteatro, oppure quando troviamo due secche in mezzo al mare ravvicinate tra loro.

Grazie a questo fenomeno che di norma più è intenso più pesce c’è, avremo la possibilità di divertirci di più, esplorare una zona del fondale marino più ampia e nuotare meno.

”CHIUDI”

Manta Diving Nosy Be - Immersioni