Carlotta

“A mamma”, fin da bambina, guidata dal suo papà, cominciava ad avere i primi incontri con cavallucci marini e polpi innamorandosi del mare.

Dopo essersi laureata in scienze ambientali indirizzo marino, inizia a lavorare alla Stazione Zoologica di Napoli per il recupero delle tartarughe marine.

Parte alla volta delle Sei Shell dove trascorre qualche anno da biologa presso strutture turistiche, insegnando ed acquisendo al contempo, sempre più conoscenza sugli organismi del mare tropicale.

Approdata ormai 6 anni orsono a Nosy Be mette in pratica le sue conoscenze per gli amori della sua vita, occupandosi per il Manta di avvistamento cetacei, squali balena e tartarughe, conditi con lezioni di biologia e fisiologia di questi animali.

Carlotta non si ferma mai, durante la stagione delle piogge dove a Nosy Be s’interrompono le attività, cammina per i sentieri della sua costiera amalfitana, ma la sua vera attrazione è l’acqua, così, nel 2015 si reca alle Maldive per conoscere i segreti per il ripopolamento delle barriere coralline.

Nel 2017 mette in pratica nell’house reef del Manta quello che aveva appreso iniziando con Lele il progetto Coral Garden.

Oltre ad essere una subba appassionata di tutto ciò che vive in mare, vi seguirà nelle escursioni naturalistiche.

Se avete qualsiasi curiosità su ciò che vi circonda chiedete pure a lei… è sempre a vostra disposizione.

Attenzione però, è un enciclopedia e subirete ogni capitolo.