Manta Diving Nosy Be - Escursioni - Iranja

“Principessa, figlia del re Radama”

L’isola più bella e famosa tra quelle che circondano Nosy be, è anche la più lontana.

In direzione Ovest, dopo poco più 1h e 15min di navigazione, salvo ritardi per avvistamenti particolari di cetacei ed altri abitanti dell’Oceano Indiano, raggiungeremo un tombolo, una lingua di sabbia bianca e soffice come la farina contornata da acque cristalline e tranquille.

La lingua, lunga circa 1,2 km in bassa marea unisce le due piccole isole: Iranja Kely disabitata e luogo di nidificazione di tartarughe marine e Iranja Be dove vive la popolazione locale.

Uno...

Uno spettacolo paradisiaco che vi darà il “Tonga Soa”, il benvenuto, nella sua natura selvaggia.

In questa escursione non potete dimenticare le vostre macchine fotografiche che utilizzerete nel rispetto degli abitanti del villaggio e per incorniciare il panorama che si gode dal faro nel caso non vi basti portare questo ricordo nei vostri cuori per sempre.

Dopo aver depositato il vostro zaino all’ombra delle palme, in una zona a noi dedicata, siamo pronti per una passeggiata lungo la lingua e per un bagno rigenerante.

Pietanze malgasce, degustate a bordo mare, ci attendono per ora di pranzo nell’Eco-Lodge le Zahir de l’Ile, completamente funzionante grazie all’energia solare.

Dopo un po’ di relax, pronti per una piccola passeggiata alla vecchia scuola ed al faro progettato dal celebre ingegnere Gustave Eiffel, costruito ovviamente dai francesi e lasciatoci in eredità, ma purtroppo non visitabile (le condizioni della sua scala interna lasciano a desiderare).

Dalla collina però è possibile ammirare l’incontro delle acque lungo la lingua di sabbia e poi giù fino all’incantata spiaggia dell’amore.

Verso le 15 si riparte alla volta di Nosy be.

NB. NON CEDERE ALL’INGANNO E L’IGNORANZA, PER FAVORE, NON ESSERE COMPLICE NELL’INCLINARE UN DELICATO ECOSISTEMA.

Negli ultimi anni a causa dell’aumento del turismo, alcuni elementi spacciandosi per biologi marini e assoldati da alcuni agenti turistici, promettono di farvi assistere alla schiusa delle uova di tartaruga che stranamente, si schiudono sempre verso mezzogiorno e in determinati giorni della settimana.

Le piccole tartarughe una volta uscite dal nido, sono ben lontane da quelle che dovrebbero essere in realtà le corrette dimensioni.

Questi magnifici e delicati rettili marini, vengono illegalmente catturati durante la schiusa originale e mantenute in vita per essere poi risotterrate facendovi credere che ciò che state vedendo sia il naturale ciclo vitale.

La maggior parte dei nidi di tartarughe si schiudono nelle ore notturne per evitare la maggior parte dei predatori, al massimo nelle prime ore del mattino quando il sole non è alto per non diventare spiedini stecchiti per turisti irresponsabili come gli artefici di questo fenomeno da baraccone.

Nosy Iranja è un’isola classificata tra le più belle al mondo, dubitiamo che un atto così balordo possa aumentare la sua bellezza.

Usa la testa e vivi l’Africa per quello che è…natura allo stato puro… vita!

”CHIUDI”