Manta Diving - Nosy Be

IL CLIMA E LE STAGIONI – SOPRA E SOTTO LA SUPERFICIE

Manta Diving Nosy Be

Ci troviamo nell’Emisfero australe esattamente al 13° parallelo, a due passi dal Tropico del Capricorno situato invece al 23°.

Nosy Be gode di una posizione favorevole riparata da Nord-Est a Sud-Ovest dal Massiccio di Tsaratanana del Madagascar.

Ciò consente anche nei periodi della stagione delle piogge, di essere lontani dai cicloni che passano a largo della costa Est del Madagascar, a circa 2000 Km dalla nostra posizione.

Il tempo a Nosy Be sembra non cambiare mai, il sole splende quasi tutto l’anno e le temperature non subiscono grandi cambiamenti.

Durante la giornata si può girare anche nei periodi più freschi (24°la notte) in costume e infradito e al massimo un pull di cotone per la sera nel mese di Agosto e un pantalone lungo leggero può risultare di aiuto.

Le stagioni principali sono tre: quella delle piogge, che inizia quasi come un orologio svizzero a metà Gennaio e termina a metà Marzo, quella secca che abbraccia quasi tutta la stagione lavorativa da Aprile ad Ottobre e quella umida che comprende gli ultimi due mesi dell’anno, Novembre e Dicembre.

In questo ciclo annuale avvengono dei cambiamenti climatici quasi impercettibili fino al momento in cui si è nel pieno della nuova stagione.

La vegetazione dell’isola muta gradualmente e il verde lussureggiante comincia a mescolarsi con zone più secche di color giallo paglierino che tuttavia, all’occhio del turista, farà risultare l’isola come una delle isole più verdi che abbia mai visto.

STAGIONE DELLE PIOGGIE

La stagione delle piogge è caratterizzata da due periodi: piogge notturne e pioggia h 24.

Quelle notturne cominciano normalmente all’inizio di Novembre dove si manifestano precipitazioni e piccoli temporali tropicali a partire dalle ore 23:00 fino alle 6:00 del mattino seguente.

Le prime ore della giornata risulteranno con un cielo prevalentemente nuvoloso per poi aprirsi tra le 9:00 e le 10:00 con un sole forte cocente.

Alla fine di Dicembre le piogge si intensificano prolungandosi anche nelle prime ore del mattino e il tempo diventa gradualmente instabile e per questo motivo, al fine di garantire il miglior servizio per i nostri subacquei, diamo come ultima data di rientro in Italia, metà Dicembre.

A Gennaio il tempo è molto incerto ed instabile, può capitare di avere delle giornate con un sole splendente e il mare molto calmo, ma nel giro di pochi minuti può arrivare un temporale e costringerci a restare in camera per buona parte della giornata.

Il mare continua ad essere molto ricco di pesce, forse possiamo dire il periodo più ricco, ma anche molto ingannevole e non c’è nè sito internet, nè marinaio più navigato che ci possa dare il giusto consiglio da seguire per come svolgere le nostre giornate.

Capita di uscire dall’acqua e trovare il mare liscio come l’olio e tu pensi: vai è andata… finito il primo tuffo esci e il suo aspetto è completamente cambiato con la pioggia che scroscia!

Ovviamente può capitare anche l’esatto contrario.

Non c’è un gran pericolo per i cicloni, fortunatamente passano quasi sempre a largo della costa Est del Madagascar, ma può capitare che arrivino le loro code,rendendo il mare molto agitato.

In questo periodo si registrano le più alte temperature con un tasso di umidità compreso tra il 70% e il 90%. Per Febbraio, ormai tutte le strutture Diving a Nosy Be hanno sospeso le loro attività per rientrare a casa.

Ormai da un mese e piogge e temporali, anche se ormai con questi cambiamenti climatici in atto non è più così facile dare dei consigli così precisi, sono presenti giorno e notte.

Non vi consigliamo per tanto di raggiungere Nosy Be tra gennaio e febbraio e potrai controllare la durata di ogni stagione nella tabella.

STAGIONE SECCA

Questa stagione praticamente abbraccia quasi tutto il periodo dove a Nosy be si svolgono immersioni ed escursioni.

Da metà Marzo, come per magia la pioggia cessa da un giorno all’altro e tutta l’acqua riversatasi comincia ad evaporare, si crea un’umidità di circa il 60-70%.

Non appena finite le piogge, per un breve periodo fa capolino una stagione di transizione da Marzo a Maggio, che poi lascia nuovamente l’isola nelle mani della secca.

La vegetazione è lussureggiante e domina tutta l’isola, un vero paradiso per la fotografia paesaggistica.

A fine Marzo il MANTA comincia a riprendere vita per essere operativo alla fine del mese salvo richieste particolari da parte di gruppi.

Aprile La visibilità considerando che sono da poco finite le piogge non è male, se siete abituati ad immergervi in Italia, bhe… qui è molto meglio.

Grazie ad un po’ di sospensione presente il mare è ricco di nutrimento e c’è pesce a “quantità industriali”.

Andando a largo si possono fare incontri con grandi predatori intenti a scovare le loro prede ma visibili solo in situazioni di particolari corrente (montante).

Grazie alle correnti il pesce si riunisce per alimentarsi del nutrimento presente in acqua creando dei veri e propri muri, in particolare il pelagico di piccola e media taglia (lutianidi monostigma, ehrembergii, dentici, macolor, etc. etc.), si muovono in gruppo attirando l’attenzione dei loro predatori.

Possiamo incontrare tazar (tonno bianco), carangidi, tonni dente di cane di dimensioni abbondanti, pesci vela, squali pinna bianca e fino alla fine Maggio gli squali grigi sono molto attivi e si possono incontrare in gruppi anche di una decina di individui… di norma, più corrente c’è più pesce c’è e qui la Luna, la fa da padrona.

La vita bentonica non manca non manca mai.

Maggio, le acque cominciano a schiarirsi, la temperatura esterna così come quella dell’acqua si aggira intorno ai 30°C.

Nonostante l’Oceano cominci a ripulirsi, il pesce è sempre in abbondanza e grazie ai residui di plankton può capitare di fare incontri speciali con i grandi filtratori rimasti in zona.

Manta Diving - Tramonto

Fu proprio a Maggio del 2012 che Mr. Indiano mi regalò il mio primo squalo balena a Nosy Be. Andando a largo si possono vedere mobule, balenottere minori, balenottere di Omura, animali molto timidi ma presenti in pochi mari del mondo che stazionano a Nosy be per lunghi mesi all’anno.

Giugno Si inizia ad avere una visibilità molto buona a causa della quasi totale scomparsa del plankton, sicuramente questo comporterà una diminuzione della quantità di pesce, ma non è del tutto scontato, questo Oceano riserva sempre tante sorprese, soprattutto a largo o tra le rigogliose conformazioni coralline ricche di micro vita.

Luglio così come Giugno sono i mesi ideali per chi non ama il Sole cocente, le temperature sono gradevoli e le immersioni si svolgono con pochi subacquei e in effetti, è la situazioni ottimale per chi ama fare fotografia subacquea e video riprese senza aver timore di restare indietro, anzi, anche noi del Manta approfittiamo di questi momenti più calmi per fare un po’ di materiale e goderci le immersioni insieme a 4/5 subacquei.

Durante gli intervalli di superficie si possono fare incontri con stenelle longirostris, tursiopi e delfini sousa.

Nel parco marino di Nosy Tanikely le cernie di Malabar e Takula di grande taglia proliferano poiché sono nella stagione degli amori.

Spostandoci nelle pareti esterne, sul canale del Mozambico, i grigi ci fanno sempre compagnia insieme a grandi tonni.

Agosto il clima è ottimo, l’umidità è del tutto scomparsa, pochi insetti per alimentare gechi e camaleonti poiché siamo in pieno inverno australe.

In questo periodo cominciano a soffiare i primi Alisei, ma niente panico, il mare di Nosy Be non è famoso per le onde da surf, il nostro mare è molto prevedibile, se si esce ballando un po’al mattino presto, si rientra dopo due tuffi, con il mare calmo e viceversa.

Molti turisti sono in arrivo, sia per le chiusure degli uffici in Italia e così le ferie, sia perchè da metà Agosto Il mare subisce un’esplosione di vita, il pesce sembra impazzito e in un baleno puoi ritrovare davanti a te notevoli banchi di pesce che d’un tratto iniziano a creare strane forme geometriche e non, sembra che queste creature vogliano comunicarti qualcosa, semplicemente scintillando ed ondeggiando in grandi banchi.

Il pesce bentonico aumenta a dismisura, il pelagico inizia a occupare grandi spazi del nostro mare, gli squali si fanno vivi sempre più spesso.

Circa verso metà/fine Agosto inizia un’attività che ti strappa il cuore, dedicata a sub e non sub.

Ti trovi in mare durante la navigazione…uno sbuffo all’orizzonte, uno splash… ci siamo… è iniziato il passaggio… sono arrivate loro… le MEGATTERE!

Settembre, i giganti soffianti, le Megattere, con una lunghezza che arriva fino ai 14/15 mt ed un peso che si aggira sulle 40 ton, raggiungono l’apice delle loro attività.

Nelle calde acque dell’arcipelago questi mammiferi svezzeranno i loro balenotteri allattandoli e insegnando loro come saltare, nonostante la loro mole, con delicatezza e armonia; si corteggeranno con danze, saltando completamente fuori dall’acqua, si accoppieranno, ci faranno sentire il loro canto in immersione fino a verso la metà di Ottobre.

Lo staff di Manta Diving formato da biologi marini, istruttori e guide certificate per l’avvistamento dei cetacei, effettua uscite di WHALE WATCHING spiegando e raccontando vita e abitudini di questi splendidi mammiferi marini, registrando i loro canti con l’ausilio di idrofoni e fotografando le megattere per censire gli individui che passano nelle acque di Nosy be.

STAGIONE UMIDA

Raggiungeremo il termine della stagione subacquea con un pelino di umidità che varia da c.ca un 60% ad un 80% nel mese di Dicembre.

Ottobre il mare comincia a tornare nella sua calma abituale, finalmente le temperature dell’acqua iniziano ad alzarsi nuovamente raggiungendo i 29°C, la superficie dell’acqua ribolle, i passaggi sono in continuo essere, i bonitos, piccoli tonni come i nostri palamiti, compiono salti al di sopra della superficie, intenti a mangiare i grandi banchi di sardine ed è così che si forma… la “mangianza”, una vera e propria catena alimentare.

Con “grande gioia”, finalmente arriva qualche pioggia notturna che inizia a mescolare il plankton sommerso portando a galla il nettare della vita marino.

Gli organismi marini stanno raggiungendo l’apice delle loro attività verso metà Ottobre, gli uccelli iniziano la loro pesca indicandoci la via per individuare il re del Canale del Mozambico, il pesce più grande del mondo, il più pacifico non che curioso “SQUALO BALENA”.

Se non ne avete mai visto uno e lo state rincorrendo in lungo e in largo per il tutto il mondo, vi invitiamo a raggiungerci.

Qui li trovi ovunque, incuriositi nuotano molto vicini a noi scrutando le nostre strane forme.

Spesso poco lontano, ci troviamo ad osservare BALENOTTERE DI OMURA e MINORI che banchettano insieme alle mobule, facendoci rendere conto del paradiso in cui siamo approdati.

Novembre l’Oceano ritorna ad essere una tavola oleosa di colore blu intenso, il Sole scotta e negli intervalli di superficie un tendalino è d’obbligo!

A seconda della fase lunare e della marea si possono fare incontri con squali grigi, aquile di mare, tonni con dimensioni inquietanti e grandi banchi di pesce, tuttavia la visibilità non è ottimale ma passa sicuramente in secondo piano visto gli incontri a noi riservati.

Gli squali balena a volte vengono a curiosare sulla poppa della barca tanto da impedirci di scendere in acqua ma ci raccomandiamo, niente carezze; qui a Nosy Be questi animali che sono nella red list per le specie in pericolo (IUCN), godono di ottima salute, e se vogliamo continuare a provare le emozioni che ci trasmettono dobbiamo rispettarli.

Dicembre il plankton ormai è ovunque, si creano delle grandi corsie color rame in tutto il mare e il fondale comincia ad assumere un colore spento.

Gli squali balena ci terranno compagnia fino a fine Gennaio circa, ma già da fine Dicembre si comincia a far fatica nell’individuarli per il fitto strato di plankton che si crea nei primi metri d’acqua.

Questa stagione, insieme ai mesi di Luglio, Agosto e Settembre, sono i due periodi prediletti dalle scuole subacquee, vi chiediamo pertanto di contattarci prima del vostro arrivo.

Se sei indeciso sulla settimana del tuo soggiorno a Nosy Be, contattaci, in base alle tue esigenze ed aspettative ti sapremo consigliare il periodo più adatto te, alla tua famiglia o al tuo gruppo subacqueo e i suoi accompagnatori.